Ministero dell’Ambiente
Il Ministero dell’Ambiente individua gli interventi prioritari di interesse nazionale ed i criteri di finanziamento, con le modalità di trasferimento delle relative risorse, ai soggetti beneficiari per i singoli interventi del programma nazionale di bonifica e ripristino ambientale dei siti inquinati.

Il Commissario straordinario
Al fine di coordinare, accelerare e promuovere la  progettazione degli interventi di caratterizzazione, messa in sicurezza e bonifica nel sito contaminato di interesse nazionale Brescia Caffaro, il Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del  mare, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, previa individuazione delle risorse finanziarie disponibili, ha nominato il 10 agosto 2015 un commissario straordinario delegato (dott. Roberto Moreni).

Competenze
Il commissario cura le fasi progettuali, la predisposizione dei bandi di gara, l'aggiudicazione dei servizi e dei lavori, le procedure per la realizzazione degli  interventi, la direzione dei  lavori, la relativa contabilità e il collaudo, promuovendo anche le opportune intese tra i soggetti pubblici e privati interessati.

Attività
Per le attività connesse alla realizzazione gli interventi, il commissario è autorizzato ad avvalersi degli enti vigilati dal Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, di società specializzate a totale capitale pubblico e degli uffici delle amministrazioni regionali, provinciali e comunali.

- D.M. 178 del 10-8-2015 di nomina del Commissario

- D.L. 23 dicembre 2013, n. 145 – articolo 4-ter, comma 2

- D.L. 29 novembre 2008, n. 185 – articolo 20

- D. L. 25 marzo 1997 - articolo 13

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo